MERAVIGLIA DELL'ANTICHITA': Colosso di Rodi

Le Colosso di Rodi era una statua in bronzo del Dio Sole Helios con un'altezza di trenta metri eretta sull'isola di Rodi intorno al 292 aC. d.C. Invertito nel 227 a.C. a.C. da un terremoto, la statua rotta rimase al suo posto fino al VII secolo d.C. dC Considerata nell'Antichità come la sesta delle Sette Meraviglie del Mondo, oggi non ne rimane alcuna traccia.

la sua storia

Dopo la morte di Alessandro Magno, i suoi generali condivisero il suo impero.

Mentre Tolomeo I, generale macedone di Alessandro Magno, occupava la posizione di satrapo d'Egitto, Antigone, un altro generale di Alessandro Magno, re di Macedonia, mise insieme un esercito e una flotta per attaccare l'Egitto. Affidò il comando a Demetrio, che nel 1 a.C. J. - C. tentò di prendere il controllo di Rodi favorevole a Tolomeo. L'assedio di Rodi durò un anno. Demetrios, fallendo a causa della feroce resistenza dei Rodi, finisce per concludere un trattato di pace.

Charès de Lindos, scultore greco, fu incaricato dai Rodi di erigere un colosso che rappresentasse il dio sole Helios, dio tutelare di Rodi, per commemorare la resistenza di Rodi al blocco di Demetrio. Fa un primo preventivo. Quando i Rodi gli chiesero una nuova stima per una statua due volte più grande, si accontentò di raddoppiare l'importo. L'ordine gli fu dato, ma finì presto i fondi (il costo dell'opera era stato molto sottovalutato) e si suicidò con vergogna.

Continua, pagina successiva: clicca su "2" qui sotto

Lascia un commento