SECONDO O SECONDO

A volte ci interroghiamo sulla differenza di significato e uso tra "secondo" e "secondo". Quando e come usarli?

Sinonimi quasi intercambiabili:

Le parole secondo et secondo hanno esattamente lo stesso significato ("che viene immediatamente dopo il primo"), sono entrambi aggettivi numerali ordinali indicando un ordine, una classificazione, in contrapposizione agli aggettivi numerici cardinali esprimendo una quantità.

Anche se in aggettivi numerali ordinali composti, solo secondo è impiegato (trentaduesimo), e in certe espressioni e frasi fisse ("seconda scelta", "seconda possibilità", "seconda mano", "seconda natura", ecc.) e lavori sostanziati (il secondo della nave.) , secondo viene utilizzato, le due parole sono in linea di principio intercambiabili. Per di più, secondo è usato principalmente nella lingua ordinata.

Origine e utilizzo:

Nel corso della loro storia, a queste parole è stata attribuita da alcuni grammatici una sfumatura d'uso che è inegualmente rispettata nell'uso. Secondo arrivato prima in francese (XIII secolo), è stato a lungo il più utilizzato in tutti i contesti. Secondo apparso più tardi (XIV secolo), utilizzato solo quando c'erano più di due elementi. Dopo, secondo è diventato più raro e abbiamo voluto limitarne l'uso a serie composte da due soli elementi. Per questo, ancora oggi, alcuni autori consigliano di utilizzare secondo quando l'enumerazione ha più di due elementi, e secondo quando ne ha solo due. Questa distinzione, che non è obbligatoria, è più spesso osservata nella lingua supportata, in particolare per motivi di precisione.

Espressioni figurative, nomi:

Secondo è stato integrato in un maggior numero di espressioni figurative, senza dubbio perché è apparso in lingua francese prima secondo. Si trova in particolare nel (dono della) seconda vista, secondo stato e nelle espressioni di seconda mano, seconda possibilità, seconda natura e secondo vento, dove a volte è in competizione con il secondo.

Per ellisse, secondo et secondo sono talvolta usati come nomi per designare in particolare il secondo piano di un edificio o la seconda marcia di un'auto. Alla fine, secondo è l'unico a significare "assistente, collaboratore".

Citazione su secondo o secondo:

“Secondo nella competizione per ufficiali di marina, ha svolto un ruolo importante durante la seconda guerra mondiale. "

Anonimo