L'INFERNO È PLACCATO DI BUONE INTENZIONI

L'espressione "l'inferno è lastricato di buone intenzioni" si riferisce all'idea che le parole, le buone intenzioni, la buona volontà non bastano o addirittura portano ai peggiori risultati.

Significato :

  • buone intenzioni / migliori pensieri possono portare ai peggiori risultati, buone intenzioni o risoluzioni spesso portano a risultati terribili,
  • la migliore volontà del mondo può portare alle peggiori catastrofi,
  • la volontà di fare bene o di fare del bene a volte porta all'opposto del risultato desiderato.

Origine:

Questo proverbio sarebbe tratto da una frase attribuita a San Bernardo di Chiaravalle (XIIe secolo): " L'inferno è pieno di buone volontà o desideri“, Citato da san Francesco di Sales in una lettera del 1604 a santa Giovanna di Chantal.

Questo detto risale al XVI secolo, quando era comune dire che "l'inferno è pieno di buone intenzioni". Era un proverbio biblico nel senso che le parole (buone intenzioni) non bastano, si prendono in considerazione solo le azioni. Non si tratta quindi solo di promettere, ma anche di agire. Nel XVIII secolo la parola "pieno" fu sostituita da "pavimentato", antica metafora che allora significava "completamente coperto" sotto l'influenza dell'espressione del XVI secolo che diceva "preparare la strada a (qualcosa)" per "preparare la via… ".

In quest'ultima versione ha attraversato la Manica nel XIX secolo.

Een com

« Non dovresti mai sospettare dei cattivi sentimenti in amore, sono molto benefici, le donne soccombono solo sotto l'influenza di una virtù. L'inferno lastricato di buone intenzioni non è il paradosso di un predicatore.« 

Honoré de Balzac, La donna di trent'anni, Parigi, 1832